AGT – PalermoguideAGT – Palermoguide
Forgot password?

Giornata Internazionale della Guida Turistica

logo giornata internazionale della guida turistica

“E’ un evento organizzato di WFTGA – World Federation of Tourist Guide Associations – e promosso in Italia da ANGT- Associazione Nazionale Guide Turistiche. E’ stata istituita nel 1990 al fine di promuovere la professione e l’importante ruolo svolto dalle guide turistiche nella corretta diffusione della conoscenza del patrimonio culturale, storico, artistico, sociale ed economico del territorio in cui esse operano.

Le tante guide turistiche italiane mettono a disposizione, per un giorno all’anno, le loro competenze e professionalità a titolo gratuito allo scopo di promuovere la professione di guida turistica e i Beni Culturali delle zone in cui operano, il vero petrolio d’Italia ma sempre all’ultimo posto nei bilanci statali, spesso cercando di coinvolgere anche posti nuovi e meritevoli di una visita, il più delle volte sconosciuti agli stessi abitanti.”

2017 - XXVIII Giornata Internazionale della Guida Turistica

giornata della guida turistica 2017

AGT Palermo celebra la Giornata Internazionale della Guida Turistica offrendo visite guidate gratuite, domenica 5 marzo, ore 15.00/18.00, chiesa anglicana Holy Cross, via Roma.

Il ricavato delle offerte e’ stato interamente devoluto a @savethechildren Italia per l’emergenza terremoto nel centro Italia https://www.savethechildren.it/emer…/terremoto-centro-italia

Locandina Holy Cross

2016 - XXVII Giornata Internazionale della Guida Turistica

AGT adotta la Chiesa di S. Maria degli Agonizzanti

27 giornata internazionale della guida

Sorta non a caso sull’asse viario che dal Palazzo Pretorio, sede del potere municipale, giungeva all’antico carcere della Vicaria , la chiesa di Santa Maria degli Agonizzanti è stata la sede della Compagnia di confrati che si assunsero il compito di accompagnare spiritualmente i condannati a morte nei giorni che precedevano la loro esecuzione.

 

La pala d’altare del XVIII secolo mostra la Vergine e il Bambino intenti ad assistere un condannato prima della sua esecuzione.

XXV Giornata Internazionale della Guida Turistica

AGT adotta il Palazzo delle Poste

agt adotta palazzo delle poste locandina

La XXV Giornata Internazionale della Guida Turistica è stata l’occasione per festeggiare il ventesimo anno nel campo dell’accoglienza al turista. Le guide AGT hanno aperto le porte del Palazzo delle Poste di Palermo.

Nel corso dell’evento l’AGT ha offerto un riconoscimento al Sindaco Leoluca Orlando e all’Assessore Comunale alla Cultura e al Turismo Francesco Giambrone per l’impegno profuso negli anni nella promozione e divulgazione della cultura nonché nella tutela e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale della nostra città, riconoscendo in loro lo stesso amore e la stessa passione che le guide turistiche nutrono per la città e come sostegno nella battaglia per l’affermazione della normalità nel quotidiano vivere.

 

L’iniziativa ha sostenuto i progetti sociali dell’Associazione
JUS VITAE

XXIV Giornata Internazionale della Guida Turistica

AGT vi da il benvenuto a Palazzo Comitini

Due cortili d’onore, scenograficamente divisi da un portico colonnato, danno accesso a Palazzo Comitini, un tempo sontuosa dimora dei principi di Gravina.

Sorto sull’allora moderna Strada Maqueda, creata come luogo idoneo ad ospitare le imponenti residenze dell’aristocrazia locale, il palazzo è uno scrigno che contiene piccoli tesori come i cosiddetti camerini di porcellana, piccoli ambienti adibiti alla conversazione intima le cui pareti sono impreziosite da inserti in in porcellana.

L’iniziativa ha sostenuto i progetti sociali dell’Associazione
JUS VITAE

XXIII Giornata Internazionale della Guida Turistica

AGT adotta il Castello di Maredolce o della Favara

Fawwarah (in arabo ‘sorgente d’acqua che sgorga con impeto, quasi bollendo’) è il nome del qasr (‘castello’) dell’emiro kalbita Gia’far, poi trasformato dal re normanno Ruggero II in palazzo, circondato da un lago artificiale alimentato dall’acqua dolce della sorgente alle pendici del monte Grifone (da cui il nome di ‘Maredolce’ successivamente attribuito alla costruzione).

Restaurato in anni recenti, il Castello di Maredolce è stato adottato dall’Agt in occasione della Giornata Internazionale della Guida Turistica 2012.

Tracce di intonaco idraulico sono ancora visibili nella parte bassa del muro dell’edificio, un tempo lambito dall’acqua del lago artificiale, al centro del quale era un isolotto sul quale cresceva una rigogliosa vegetazione.

castello di maredolce
castello di maredolce
castello di maredolce
castello di maredolce

Così narra delle piante sulla piccola isola al centro del lago il poeta Abd ar-Rahman, detto ‘il trapanese’, vissuto nel periodo del regno di re Ruggero II:

«…le arance quando nell’isola maturano

sono fuochi che ardono su rami di crisolito

E limone somiglia al pallore dell’amante

dopo notti di lontananza e  di tortura…»

XXI Giornata Internazionale della Guida Turistica

AGT adotta la nuova Pretura di Palermo

pretura di palermo

Agt, in occasione della Giornata Internazionale della Guida Turistica 2011, illustra ai visitatori l’area e gli edifici della Nuova Pretura realizzati qualche anno addietro su progetto dell’architetto Sebastiano Monaco. Posti in prossimità del vecchio Palazzo di Giustizia costruito negli anni Trenta e Quaranta in stile mussoliniano, i nuovi edifici insistono sugli isolati che un tempo erano delimitati dall’antico tracciato viario del quartiere.Gli slarghi e le piazze un tempo utilizzati dai veicoli sono divenuti eree pedonali, punti di incontro, arricchiti dalla presenza di sculture e istallazioni contemporanee.

Piazza della Memoria

Dedicata al ricordo dei magistrati uccisi dalla mafia per la loro azione di contrasto alla criminalità organizzata.

Piazza della Memoria è delimitata da un recinto di gradini alla cui sommità sono posti in rilievo i loro nomi.

pretura di palermo
pretura di palermo
pretura di palermo

L’elenco dei magistrati ricordati:

Pietro Scaglione – 5 maggio 1971

Cesare Terranova – 25 settembre 1979

Gaetano Costa – 6 agosto 1980

Giangiacomo Ciaccio Montalto – 25 gennaio 1983

Rocco Chinnici – 29 luglio 1983

Alberto Giacomelli – 14 settembre 1988

Antonino Saetta – 25 settembre 1988

Rosario Livatino – 21 settembre 1990

Giovanni Falcone – 23 maggio 1992

Francesca Morvillo – 23 maggio 1992

Paolo Borsellino – 19 luglio 1992

XX Giornata Internazionale della Guida Turistica

Santi e mercanti della Loggia

santi e mercanti della loggia

Il percorso muove alla scoperta della Loggia delle Nazioni, storico quartiere della città di Palermo, dove, per la sua prossimità al porto, già dal XIII secolo Genovesi, Pisani, Lucchesi, Catalani ed Amalfitani si erano insediati per la gestione delle proprie attività commerciali. Poco ormai resta degli innumerevoli fondaci, magazzini, chiese e cappelle edificate da tali comunità, ma attraverso la visita degli edifici religiosi sopravvissuti e delle opere d’arte conservatevi l’itinerario ricostruirà l’intensa stagione mercantile della città.

XIX Giornata Internazionale della Guida Turistica

AGT adotta Casa Florio

franca florio ritratto

Franca Jacona di San Giuliano nacque a Palermo nel 1873.
Era l’unica figlia femmina del barone Pietro Jacona di San Giuliano e di Costanza Notarbartolo di Villarosa.

Colta e avvenente, venne cresciuta da una tutrice tedesca e imparò a parlare oltre il tedesco anche l’inglese e il francese. Era di una bellezza tipicamente siciliana, capelli scuri, carnagione olivastra, occhi verdi, alta 1 m. e 73, le spalle larghe e tornite, la vita sottile.

Sposò Ignazio Florio nel 1893 e con lui andò abitare in un palazzetto nella contrada dell’Olivuzza che era a quel tempo il regno dei Florio.

casa florio
casa florio

Putti, ritratti da Salvatore Gregorietti, sul soffitto della camera da letto di Donna Franca, mentre lanciano petali di rosa che, sorprendentemente, ‘’cadono’’ sul pavimento maiolicato della stanza.

casa florio

Il Piano dell’Olivuzza alla fine dell’Ottocento.
Ignazio Florio e Giovanna D’Ondes in carrozza davanti l’ingresso di Villa Florio.

casa florio

All’angolo fra piazza Principe Camporeale e via Guglielmo Oberdan insiste ancora il palazzo
un tempo abitato da Franca e Ignazio Florio, protagonisti della Belle Epoque a Palermo.