L’AGT di Palermo ha partecipato alla manifestazione nazionale tenutasi a Firenze lo scorso 30 gennaio e promossa da Federagit, Assoturismo e Confesercenti, per protestare contro la pratica illegittima messa in atto dalla Regione Toscana di affidare a soggetti privati l’organizzazione di corsi ed esami abilitanti all’esercizio della professione di guida turistica.

L’esempio della Toscana potrebbe essere seguito da altre regioni in Italia con ricadute negative per gli operatori del settore e per i consumatori ai quali non verrebbe garantita la qualità del servizio. In tale pratica si ravvisa, infatti, il pericolo che soggetti privati, spinti da interesse economico, non valutino la preparazione professionale dei candidati in modo selettivo.

Per tale ragione le associazioni di categoria si battono perché gli esami di abilitazione all’esercizio della professione di guida turistica si tengano con bando nazionale e presso le sedi degli enti pubblici.

Condividi su: